Specialità calabresi sul mercato: ecco perché vola l’export enogastronomico

La Calabria è una regione strategica da un punto di vista enogastronomico. Sarà per questo che la sua produzione alimentare tipica è così vasta e succulenta da attrarre commerci nazionali ed internazionali soprattutto in concomitanza delle feste natalizie. Le esportazioni hanno avuto significativi aumenti proprio grazie al volume di affari conclusi online, sugli shop del tesoro culinario calabrese che lo fanno conoscere a tutto il pianeta. Effettivamente ricevere a casa un bel pacco di bontà e cibi tipici calabresi è sicuramente un’idea gradita che sempre più persone mettono in pratica per augurare Buon Natale. Cosa hanno ordinato gli italiani per le feste? Ancora è presto per tirare le somme delle vendite ma le classifiche vedono ai primi posti alcuni tra i più conosciuti prodotti alimentari calabresi come la Nduja e la Soppressata.

Cos’altro offre il mercato delle bontà tradizionali artigiane?

Calabria a tavola: boom di vendite in esportazioni per il Natale

Specialità calabresi sul mercato: ecco perché vola l’export enogastronomicoLa Calabria è una regione che offre una ricca cultura gastronomica spesso associata solamente intorno ai concetti piccanti della Nduja. Eppure la Regione è stata una delle più virtuose in merito ai tassi di crescita delle esportazioni con cui ha chiuso molto positivamente il 2018 e per cui si appresta a confermare il trend anche per il 2019. Questo lo si deve, con molta probabilità, al fatto che sul territorio sono state messe in atto precise strategie di supporto alle imprese che hanno consentito di favorire le esportazioni anche e soprattutto grazie agli e-commerce di settore che hanno consentito la vendita di successo dei prodotti calabresi on line, con picchi durante le feste natalizie e di fine anno.

I prodotti della tradizione tornano sulle tavole almeno per le feste

Questo lo si deve al fatto che le persone amano tornare alla ricerca della qualità che è andata quasi perduta a causa delle imponenti catene commerciali che producono su scala industriale. I prodotti della tipicità, invece, sono disponibili in quantità minori e sono tutti gli uni diversi dagli altri. Le produzioni artigianali, inoltre, sono solitamente protette da denominazioni di origine, etichette registrate o leggi nazionali che ne tutelano la qualità e l’autenticità. I prodotti della tradizione gastronomica italiana sono un vero e proprio universo e tra questi, vi è quello calabrese che offre alimenti oramai consumati in ogni parte del mondo e realizzati proprio secondo le ricette originarie.

Non solo Nduja sulle tavole natalizie

Tra le iniziative messe in atto a livello regionale c’è Calfod, il progetto di promozione a cui hanno aderito un centinaio di imprese calabresi e che è servito per dare un respiro internazionale al commercio regionale ma non è la sola. Sugli e-commerce trovi qualsiasi prodotto della tradizione calabrese e tra questi ce ne sono cinque più richiesti. Ovviamente ce ne sono tanti altri ma che per questioni di spazio non possiamo annoverare. Ci sarebbe da menzionare anche la produzione vinicola del Cosentino, del Lametino, del Cirotano e della Locride e bisognerebbe parlare anche delle eccellenze sotto l’etichetta Terre di Cosenza, Ciro, Bivongi, Greco di Bianco ecc… Ovviamente la Regione offre un’incredibile varietà e tra queste ce ne sono alcune particolarmente famose all’estero.

I prodotti calabresi più richiesti online

Al primo posto, ovviamente c’è la Nduja, il prodotto simbolo della Regione in Italia e nel mondo. Si tratta di una sorta di salame spalmabile morbido ma estremamente piccante. Si prepara con una speciale lavorazione a base di parti grasse del maiale e peperoncino e si usa per insaporire pizza o sughi ma anche da spalmare sul pane. Al secondo posto c’è la Soppressata, un insaccato di carne magra e grasso di maiale con peperoncino e finocchietto selvatico. Tra i formaggi i più richiesti sono il Caciocavallo Silano ed il Pecorino del Pollino. Il primo è fatto di pasta filata con latte intero fresco mentre il pecorino è di latte di pecora a stagionatura. Ovviamente i prodotti della tradizione sono molti di più e sono attualmente commercializzati ogni giorno in tutto il mondo.