Il pane italiano viene dall’Est

napoli 009

Secondo un’inchiesta de La Repubblica e de L’Espresso, la maggior parte del pane che compriamo in Italia è prodotto in Transilvania.  Uno su quattro dei pani confezionati che troviamo sui banchi della GD o che mangiamo nelle mense o nei self service è made in Romania.  Bucarest, Timosoara, Costanza, Cluj-Napoca: ecco le città del pane dove costa meno produrlo e dove si assicura una durata di due anni. In Italia non vige l’obbligo di scrivere sull’etichetta la reale provenienza del pane confezionato, per cui molti italiani comprano il pane senza sapere dove è realmente prodotto. Il 20% del pane venduto nella GD – secondo Luca Vecchiato- , presidente di Federpanificatori- arriva dalla Romania e dalla Bulgaria. Si tratta di pane precotto, che poi in Italia viene semplicemente riscaldato. In Romania si producono ogni anno 4 milioni di chili di pane surgelato a lunga conservazione (24 mesi), ma la richiesta del mercato interno è bassa. Perchè allora produrne così tanto? Semplice: la maggior parte del prodotto è esportato, soprattutto in Italia, uno dei paesi dove si consuma ancora molto pane. La stessa Coldiretti conferma l’allarme: le importazioni dalla Romania di prodotti a base di cereali sono aumentate a dismisura. Se prima si produceva il grano, ora lo si lavora e lo si trasforma anche in prodotti finiti. Ma perchè  importiamo il pane, visto che abbiamo una lunga tradizione nell’arte bianca? La risposta è semplice: costa meno acquistarlo all’Est (meno di 2 euro al chilo)rispetto che nel nostro paese (4-5 euro al chilo). Non solo Romania, ma anche Slovenia, Ungheria, Moldavia e Bulgaria sono diventati temuti concorrenti per i fornai italiani, tanto che questi ultimi cominciano a temere di perdere i 7,2 miliardi di fatturato assicurati dalla vendita di pane.  M. Viani

Lascia un commento


+ 5 = dieci

BAR BUSINESS

Bar Business è il magazine nato per fare affari nel canale horeca: si pone come ponte tra l'industria, i grossisti e il canale di bar, ristoranti e alberghi. Avvalendosi delle esperienze maturate in dieci anni di pubblicazione specializzata, Bar Business fornisce ogni mese tutte le informazioni utili per aggiornare e gestire il lavoro d'imprenditori, grossisti, cocktail bar, lounge bar, ristoranti e alberghi.

GREENBUSINESS

Greenbusiness è il primo magazine b2b, in Italia, a scegliere la strada della focalizzazione sui temi della responsabilità sociale delle imprese e dell'economia sostenibile. Un mensile che punta diritto a stimolare il dialogo tra l'industria, i servizi e la distribuzione sulle tematiche legate alla sostenibilità, tenendo costantemente aggiornati i lettori del trade e dei servizi sulle iniziative del mondo produttivo e viceversa. Vai al sito

FOOD

È da 20 anni il mensile di riferimento per i top manager dell'industria alimentare marca e della distribuzione. Leader nell' informazione e nell'analisi del food system e delle problematiche più attuali nei rapporti tra produzione e trade, Food è uno strumento di lavoro indispensabile: affronta i temi più scottanti della food business community con fatti e opinioni, dati e report di mercato, case history di successo in Italia e all'estero. Vai al sito

LIBRI

Specializzato in libri di gastronomia, Food Editore nasce per diffondere il piacere e la cultura del cibo. I piatti proposti sono sperimentati e fotografati nella cucina redazionale, le ricette coprono ogni ambito, dal regionale al vegetariano e all'etnico. Il mondo del cibo è affrontato a 360°: libri per bambini, ricettari per imprese e prodotti di marca, volumi sulla storia e sull'attività delle aziende agroalimentari. Vai al sito